Stephen Chbosky – Ragazzo da parete

 

Titolo originale: The Perks of Being a Wallflower

Traduzione a cura di Chiara Brovelli

Frassinelli – Collana Strade

1ª ed. originale: 1999

1ª ed. italiana: 2006

€ 16,00

pp. 271

ISBN: 8876849033

“Caro amico, ho deciso di scriverti perché le ho sentito dire che sei uno che ascolta e che capisce, e perché non hai cercato di portarti a letto quella persona, alla festa, anche se avresti potuto. Ti prego non cercare di scoprire chi è lei perché poi arriveresti a me, e io non voglio. Userò dei nomi diversi o generici, per non farti capire chi sono. E’ per questo motivo che non ho incluso un indirizzo a cui rispondere.”

E’ così che comincia il primo romanzo epistolare dello scrittore, editor, sceneggiatore e regista Stephen Chbosky (Pittsburgh,1970). Alla sola età di 23 anni, nel 1995, ha scritto e diretto il suo primo lungometraggio, The Four Corners of Nowhere, presentato in concorso al Sundance e rimasto inedito in Italia, e nel 1999 ha pubblicato The Perks of Being a Wallflower grazie al quale ha raggiunto la propria notorietà. A questo successo segue poi la sceneggiatura di importanti progetti televisivi e cinematografici come quella del film Rent e della serie televisiva Jericho della quale è co-ideatore.

Continua a leggere

Annunci

Intervista agli Heymoonshaker per F.R.A.D.E.S. 2012

Il 15 luglio, in occasione del decimo anniversario dell’associazione culturale F.R.A.D.E.S., si è esibito a Serramanna (VS) il gruppo dubstep blues inglese Heymoonshaker. Andy Balcon (chitarra e voce) e Dave Crowe(beatbox) sono atterrati a Cagliari il 15 luglio, direttamente dal loro ultimo concerto a Cahors (sud-ovest della Francia), per poi ripartire la mattina del 17 luglio verso Lugano (Svizzera), in cui si esibiranno il 20 luglio per proseguire il tour.

Il concerto (seguito da quello del gruppo reggae Train to Roots) è durato poco più di un’ora, e i musicisti sono riusciti a coinvolgere il pubblico nonostante le barriere linguistiche.
Dave, estroverso ed espansivo, cerca di comunicare e interagire con il pubblico in tutti i modi; Andy, più introverso e riservato, lascia che siano le canzoni a parlare per lui, interpretandole con estrema passione e trasporto.
Oltre al genere, gli Heymoonshaker si differenziano da molti altri musicisti perché Continua a leggere