The Reader – A Voce Alta (2008): una storia da leggere fra le righe.

The Reader – A Voce Alta (2008) è un film diretto da Stephen Daldry, ossia il papà di capolavori quali Billy Elliot (2000) e The Hours (2002), tratto dal libro Der Vorleser (Il Lettore Ad Alta Voce, NdT) di Bernhard Schlink.

The Reader, in questo caso, è Michael Berg che a 15 anni impara ad amare una donna adulta con un’intensità infantile e seria allo stesso tempo: si tratta di Hanna Schmitz che ama ascoltare i libri letti da qualcun altro. La storia, inizialmente, sembra svolgersi nella normalità, finché la donna, che è un controllore sui tram, non viene promossa e quindi costretta a trasferirsi. Da qui cambiano le cose: il giovane cresce, si iscrive alla facoltà di Legge, e in uno dei seminari dell’Università scopre che Hanna è indagata per essere stata una delle Schutzstaffel del Terzo Reich. Michael sarà portato, per tale proposito, a compiere delle scelte morali difficili, che seguiranno pari passo quelle della giustizia.

Anche senza tener conto del libro, la maestria di Daldry è ben chiara. Billy Elliot The Hours sono dei capolavori, e si potrebbe definire anche The Reader allo stesso modo.

Il film si apre subito con il sentimento di solitudine che pervade il protagonista. Le scene sono essenziali e non scontate, ed anche quelle che sembrano più banali risultano fondamentali alla storia. Si toccano, come sempre in film “daldryani“, picchi di drammaticità molto spesso espressi dalla situazione o scena, dall’attore/attrice o semplicemente dai dialoghi, che sono succinti e significativi.

La storia, poi, viene presentata con ricorsi continui fra passato e presente, uniti al ricordo e ai sentimenti, ben visibili dei protagonisti, tra una Berlino nei primi anni del Dopoguerra e della ricostruzione e una Berlino volta al progresso dell’era moderna.

Gli attori, ad ogni modo, sono capaci di stare al loro posto. Kate Winslet sempre eccellente, capace di impersonare una donna decisa e a tratti brusca, ma anche sensibile; una donna con un segreto che le causa vergogna, e che sarà cruciale per la trama, essendo legato anche alla sua mania di ascoltare altri leggere ad alta voce. L’attore che interpreta Michael da giovane, David Kross, sa destreggiarsi bene nell’interpretare un adolescente alle prime armi con il sesso e l’amore e un ventenne che deve relazionarsi con i suoi coetanei. Inutile dire, anzi ripetere, la bravura di Ralph Fiennes (noto ai molti per il suo ruolo di Lord Voldemort nella saga di Harry Potter) che interpreta il ragazzo ormai adulto. Risulta chiarissima la completezza di Fiennes come attore: che è quasi impossibile non notarla.

TRAILER

Bello, ma proprio tanto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...