Settimana a tema: zombie. Highschool of the Dead

Titolo originale: Gakuen Mokushiroku
Storia: Daisuke Satou
Disegni Manga: Shouji Satou
Regia: Tetsuro Araki
Soggetto: basato sul fumetto originale
Sceneggiatura: Yousuke Kuroda, Tatsuya Takahashi
Musiche: Takafumi Wada
Studio: Mad House
Formato: serie televisiva di 12 episodi (durata ep. 24 min. circa)
Anno di trasmissione: 2010

https://sneakapeakblog.files.wordpress.com/2012/03/highschool.jpg?w=212

In una bellissima e tranquilla giornata di primavera, con tanto di uccellini che cinguettano in sottofondo e bimbi che giocano felici, una misteriosa epidemia trasforma gli esseri umani in cannibaleschi zombie, definiti “Loro” dai protagonisti. Il caos ha inizio.
Il contagio ci mette poco a diffondersi e in breve l’intero mondo si trova a fronteggiare questa infernale minaccia.
La vera storia ruota intorno a Takashi Komuro, studente della scuola Fujimi High School, che riesce a sopravvivere all’attacco dell’epidemia insieme ad alcuni suoi compagni: Rei Miyamoto amica d’infanzia, Saeko Busujima presidentessa del club di kendo, Saya Takagi autonominatosi genio della scuola, Kohta Hirano otaku delle armi da fuoco. Con loro ci sono anche l’ingenua (o meglio stupida! ndr) Shizuka Marikawa, infermiera della scuola, e la piccola Alice Maresato, che il giovane Takashi ha salvato in extremis. La vicenda di questi sette a volte incrocia quella di altri personaggi.
Inizialmente la trama si sviluppa intorno ai tentativi di fuga e alla difficile sopravvivenza dei  protagonisti; man mano che la storia prende corpo si sviluppano altri temi, come il collasso della società e il possibile abbattimento dei codici morali degli umani sopravvissuti.

https://sneakapeakblog.files.wordpress.com/2012/03/highschoolofthedeadanime-4.png?w=300

Shouji Satou, creatore di molte storie Hentai, insieme al fratello Daisuke Satou, ha avuto l’idea geniale di unire il perverso allo splatter, creando così la combinazione perfetta per avere una storia di successo e attirare tanti giovincelli in piena fase adolescenziale. Infatti High School of the dead, nonostante a me non sia piaciuto, ha attirato un gran numero di appassionati. Non so spiegare bene il grande successo dell’anime, e del manga prima di esso, posso azzardare che le bellissime visioni ecchi (Ecchi dal giapponese etchi (エッチ) assume il significato di “osceno”, “sexy”, “lascivo”, o “cattivo” se usato come un aggettivo, mentre può fare riferimento a rapporti sessuali se usato come verbo o sostantivo. Fonte Wikipedia) si comportano come miele per gli orsi, attirando un gran numero di baldi giovani.

https://i2.wp.com/www.freedomfansub.it/wp-content/uploads/2010/07/hsotd.jpg

Questa storia rappresenta lo stato supremo della nobile arte del fanservice: non ha una trama di sottofondo, nessuna caratterizzazione dei personaggi, puntate identiche che si susseguono e non creano confusione nello spettatore. Semplicemente il gruppo di protagonisti continua a fuggire, massacrando orde di famelici zombie, e Takashi, sporadicamente, finisce con l’appartarsi con una delle belle donzelle mozzafiato del gruppo. Quindi il senso di tutto si riconduce alle stragi di zombie, alla generosa quantità  di sangue che schizza dal primo all’ultimo episodio, alla sfacciata bellezza delle ragazze protagoniste e, soprattutto, alle loro grazie generosamente sbandierate ogni secondo.

Per chi ama il genere Zombie & Sexy, in tutte le sue forme, questa è la storia perfetta.

Annunci

2 commenti su “Settimana a tema: zombie. Highschool of the Dead

    • Probabilmente perchè è un anime nuovo, di quelli che piace, più per moda invece che per altro, solo alle nuove generazioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...