Settimana a tema: zombie. The walking dead

Cala il sipario sulla seconda stagione di The walking dead, serie televisiva statunitense, prodotta a partire dal 2010 per mano di Frank Darabont, basata sull’omonima serie a fumetti scritta da Robert Kirkman e illustrata da Tony Moore e Charlie Adlard. La prima stagione, composta da 6 episodi, è andata in onda nel 2010 mentre la seconda, di 13 episodi, a partire dal 2011.
E’ stata ufficializzata la messa in onda di una terza stagione, prevista per il prossimo autunno e che vanterà 16 episodi.

Robert Kirkman e un gruppo di attori/zombie

La storia narra le vicende di un gruppo di sopravvissuti ad un virus che trasforma gli uomini in erranti senza più coscienza né pensiero, stimolati solo dalla fame. Fame di carne umana, soprattutto. Non sappiamo come questo virus sia nato e abbia preso piede, non ci viene mai spiegato, ma nel corso delle puntate scopriamo come il morso di questi non-morti induca ad una, non troppo lenta, agonia ed alla successiva trasformazione.
Il gruppo di protagonisti sarà dimezzato e rimpolpato più di una volta, costretto a vagare per strade deserte o sommerse di cadaveri e rottami di auto. La speranza di trovare un posto sicuro nel quale nascondersi e ritornare ad una vita quanto più normale possibile è la scintilla che tiene tutti in vita.

Nella prima stagione i veri nemici sono gli erranti, nella seconda invece sembrano quasi messi da parte subito dopo il secondo episodio, per poi ritornare con tutta la loro prepotenza nell’ultimo. Si dimostra infatti essere una stagione incentrata maggiormente su fattori psicologici,affettivi e di leadership. Il mondo che tutti ricordano non esiste più e per alcuni dei protagonisti rimanere ancorati a dettami della società civile non ha più senso. Per altri invece è l’unico modo per restare umani e differenziarsi da quei corpi putrefatti dai quali tentano di fuggire.
Rick Grimes è (nonostante altri personaggi assolutamente rilevanti e indispensabili ai fini della storia) il protagonista indiscusso, l’eroe per antonomasia: agente di polizia, onesto, giusto, innamorato della sua famiglia; cerca di proteggere sempre e comunque tutti, non solo la moglie Lori e il figlio Carl. Il suo ruolo di leader viene costantemente messo in discussione, e di tanto in tanto episodi cruciali per la sopravvivenza del gruppo oppure scelte difficili che portano a conseguenze tragiche riescono ad accentuare o dissipare i dubbi in merito al suo essere “capo”.

Nonostante la perdita e la tragedia incombano sulle vicende di tutti, sempre presente è la speranza. Anche quando ogni cosa sembra distrutta, c’è qualcuno che ricorda agli altri perché vale la pena continuare ad andare avanti. Quasi sempre è Rick a farlo, molto spesso anche Dale e negli ultimi episodi della seconda stagione Hershel. Quest’ultimo è un personaggio che vale la pena scoprire, un credente nel senso religioso del termine, un uomo convinto che esista una cura per far “guarire” gli erranti. La sua fede sarà messa a dura prova e il prezzo da pagare sarà alto.

The walking dead è una delle migliori serie tv horror/drama in circolazione: le scene cupe e molto spesso girate in notturno rendono bene il clima di tensione e incertezza; gli episodi che si concludono lasciando allo spettatore la possibilità di dare un’occhiata alla tragedia che si prospetta per l’episodio successivo è il perfetto escamotage che mantiene viva l’attenzione e la curiosità.
Il tutto è condito da un cast azzeccato e convincente, soprattutto per quanto riguarda i personaggi maschili, a cominciare da Andrew Lincoln (Love actually) che veste i panni di Rick, e Jon Bernthal (World Trade Center) in quelli di Shane.

Le indiscrezioni riguardanti un nuovo, ed umano, antagonista renderanno l’attesa della terza stagione estenuante per tutti gli appassionati!

The walking dead 2x13

Rick: “Abbi un po’ di fede, sei un uomo di Dio!”
Hershel: “Io non posso pretendere di sapere quale sia il piano di Dio, ma Gesù Cristo ha promesso la resurrezione dei morti. Pensavo che avesse in mente qualcosa di leggermente diverso.”

Annunci

2 commenti su “Settimana a tema: zombie. The walking dead

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...