C’era una volta…ma forse no!

Dimenticate tutte le belle fiabe che vi hanno letto da bambini e dimenticate tutto ciò che l’amata Disney vi ha insegnato. Certo troverete principesse in pericolo, principi audaci, streghe cattive, e persino Cappuccetto Rosso con la sua nonnina però…
https://sneakapeakblog.files.wordpress.com/2012/02/onceuponatime.jpg?w=300
Emma Swan (Jennifer Morrison, la Cameron di Dr. House) è una cacciatrice di taglie solitaria, cinica e che non si fida di nessuno. Non ha legami, o almeno così vuole credere.  Il giorno del suo ventottesimo compleanno, pochi secondi dopo il soffio della candelina, bussa alla sua porta un ragazzino con uno strano libro: si tratta di Henry (Jared S. Gilmore), figlio che dieci anni prima aveva dato in adozione e del quale non voleva sapere più niente. Il bambino la convince a riportarlo a casa sua,a Storybrook nel Maine, raccontandole di essere non solo la figlia di Biancaneve e del bel Principe Azzurro mandata sulla terra tramite un incantesimo, ma anche la chiave per liberare tutti i personaggi delle fiabe dalla maledizione che la cattivissima Evil Queen ha gettato su di loro. Però c’è un grande problema: nessun personaggio ricorda chi sia in realtà, e vive la sua non “felice e contenta” vita nel mondo reale come se nulla fosse. Come se non bastasse la Evil Queen in questione è Regina Mills (Lana Parilla), l’amato/odiato sindaco della città, nonché madre adottiva del piccolo Henry. Emma decide dunque di rimanere in questo paesino, inizialmente non perchè crede alla strana favola, ma perchè si rende conto che per quel figlio ritrovato prova qualcosa di più del semplice legame biologico.
https://i2.wp.com/static.blogo.it/tvblog/once-upon-a-time-01/viewImageAsset35.jpg

Edward Kitsis e Adam Horowitz (insieme a J.J.Abrams, paparini del telefilm più discusso degli ultimi dieci anni: Lost) hanno dato vita a una nuova creatura, legata al mondo reale e al mondo fiabesco.  Progetto abbastanza complesso e ambizioso: ricco di intrecci, intoppi e colpi di scena.

Edward Kitsis in un’intervista afferma: “ Non sappiamo se questo show riuscirà ad arrivare oltre le 13 puntate. Quindi, questo è il nostro intento: facciamo pure solo le prime 13 puntate, ma che ci piacciano, e se non dovesse funzionare, ce ne andremo, felici per tutto il lavoro svolto”.
La ABC il 23 ottobre 2011 manda in onda l’episodio Pilot  e immediatamente la puntata raccoglie numerosi fan e critiche positive intorno a sé, a tal punto che la serie viene confermata per 22 episodi, e non per 13.

https://i0.wp.com/static.blogo.it/tvblog/once-upon-a-time-01/viewImageAsset29.jpg
É una serie che piace subito, o che non piace affatto. Personalmente ho aspettato un bel pò prima di vederla, perchè non mi convinceva la scelta della protagonista e il tipo di storia. Invece mi sono ricreduta, e tanto. Le fiabe vi coinvolgeranno sempre più, e attenderete con ansia la nuova puntata.

Uh dimenticavo, lo volete un piccolo gossip? Sì? Bene. Per la parte della Fata Turchina la ABC aveva contattato Lady Gaga, che però non era interessata. Peccato, io l’avrei vista bene in quel ruolo!

Annunci

Un commento su “C’era una volta…ma forse no!

  1. Pingback: Mirror Mirror delle mie brame! | sneakapeakblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...